Seleziona una pagina

Cerchi aiuto? Prenota la tua Sessione Strategica GRATUITA! >>

Mi reputo una persona molto tranquilla però in alcune situazioni mi è capitato di essere un po’ brusco con chi avrebbe voluto farmi dire quello che non penso o quello che avrebbe voluto sentirsi dire.
Nell’articolo vi spiego tutto nel dettaglio…

Ascolta “La sordità del Trader” su Spreaker.


Ciao ragazzi, ciao da Andrea Unger.

Oggi vorrei parlare di sordità applicata al trading.

Ecco, il discorso è questo: mi è capitato molte volte di venire approcciato da qualcuno che mi chiede un parere su un’offerta formativa o un sistema o qualcosa che gli è capitato tra le mani e quanto più fantastico, meraviglioso appaia questo sistema o offerta ricevuta, tanto più diciamo, categorico di solito sono io nella risposta.

Senza neanche andare troppo nel dettaglio dico: “Lascia perdere che questa è una fregatura, siamo lontani da quello che è reale in questo mondo”.

A questo punto scatta la molla della sordità.

L’occasione della tua vita: è veramente così?

La sordità che arriva a… prima di tutto, va beh, vuole capire perché dica questo, ma in realtà quello che sta cercando di fare questa persona in genere è quello di cercare di farmi dire quello che lui vuole sentirsi dire.

Cioè vuole portarmi alla fine diciamo, a benedire questa soluzione che ha tra le sue mani, per buona. Cosa che invece non credo assolutamente. Allora è chiaro, se io non lo credo ti dico: “No, non è così!”.

Poi se tu ci vuoi credere, vuoi farti fregare, diciamolo pure chiaramente, va benissimo, ma io ti ho solo detto il mio parere, non voglio dover giustificare il mio parere troppo.

Hai chiesto un parere io te l’ho dato, punto.

È ovvio che quando qualcuno arriva a dirmi: “Guarda, con questa tecnica io posso moltiplicare il mio capitale nel giro di 5 anni per 5/10 volte”. Dico: “Guarda, mi sembra un po’ difficile” E lui: “Sì, guarda è così” E io: “No, guarda in realtà non è così, documentati meglio, vai a vedere questi contributi che ho già fatto”.

Non è che ogni volta vado a rispiegare tutta la solfa. C’è però quel sentimento immediato…

Poi spesso sono dei neofiti, ovviamente, quelli che si illudono alle parole del ciarlatano di turno, e insinuano che quella tecnica in realtà a me sia sconosciuta, che io non la conosca e non la comprenda e quindi non comprenda l’assoluto valore che c’è nella tecnica stessa.

Non la comprenda perché arriva da un mondo diverso da quello che è mio, magari il mondo del campionato, come se il campionato… come se facessi solo campionati di trading, cosa che non faccio più dal 2012, però questo è un dettaglio da poco.

Proprio come se il campionato fosse un metodo di trading.

Tra l’altro in qualche altro contributo del blog, il buon Francesco Placci, ha fatto capire un po’ che ci sono diversi mondi nel trading online e noi facciamo parte di un mondo, trader retail, che è una parte di questo mondo.

Ma appunto si arriva ad insinuare che quegli altri mondi hanno delle tecniche miracolose, sconosciute ai babbei come il sottoscritto, e invece loro che ne sono venuti al corrente le sfrutteranno e ovviamente diventeranno ricchi.

Benissimo, mi fa piacere per loro!

La tecnica miracolosa!

Ovviamente ho dei grandissimi dubbi quando ci sono tecniche miracolose di mezzo, sono pronto ad essere smentito, fatti alla mano. Nessuno è mai tornato a smentirmi, io non ho mai visto poi post dalle Hawaii di queste persone, facendo vedere il successo ottenuto.

Il fatto è che le tecniche miracolose nel trading non esistono, questo spero che gli ascoltatori che mi hanno seguito nel tempo ormai lo abbiano capito.

Quando appunto mi si viene a dire che ci sono metodi, magari anche di money management, che applicati in una certa maniera rendono positive delle tecniche negative, hanno delle possibilità di generare ritorni incredibili da quello che invece sarebbe una normale tecnica operativa, o quelli che mi dicono che hanno un metodo che mi fa fare il 10% a settimana, solo non lo so automatizzare.

Tutte queste cose qui chiaramente sono delle buffonate vere e proprie. Queste buffonate, quando io le definisco tali, c’è l’offesa da parte del sordo di turno. Che in realtà, più che sordo, ho l’impressione che non voglia che gli rompa il giocattolo, di avere tra le mani quello che gli cambierà la vita.

Quindi se questa illusione gli viene dissolta da parole magari anche un po’ brusche, in quel caso direi, quando mi accorgo che qualcuno vuole tirarmi laddove io non ho nessuna intenzione di andare, mi dà fastidio.

Io non scendo troppo nei dettagli perché mi stufo ad un certo punto, io ti dico la mia, poi se non ci credi vai, fai… dopo ne riparliamo, semmai vorrai, quando ti sarai accorto che era una fregatura.

O anche appunto a questo punto dicono: “Tu pensi che solo la tua tecnica sia quella che funziona!”.

Assolutamente no!

Io non penso che la mia tecnica sia l’unica che funziona, ma quando un’altra tecnica promette di decuplicare il capitale in pochi anni, o promette ritorni del 10% a settimana o promette cose fantascientifiche, allora l’etichetto subito come buffonata, perché è una buffonata.

Qual è la mia esperienza?

Io ho conosciuto davvero trader in tutto il mondo, da tutti i Paesi e di ogni tipo di struttura, quindi so come lavorano le diverse strutture, so quello che bene o male è reale, è possibile, è fattibile, e alcune cose non le so fare, alcune cose non ho avuto il tempo di impararle, avrei voluto, alcune cose non le ho neanche capite a fondo per come devono essere applicate.

Però so che ho margini di miglioramento e riconosco quella che è una buffonata e di buffonate purtroppo ce ne sono fin troppe.

Sono quelle che però piacciono alle persone, sono quello che la persona spesso ama sentirsi raccontare, perché le crea quell’illusione.

L’illusione della crema sciogli pancia del…, non facciamo nomi, del passato comunque, la gente avrebbe voluto averla, anche a me piacerebbe avere la crema sciogli pancia, peccato che non funziona e altre cose del genere.

Quando c’è la tecnica miracolosa, guardatevene bene.

Quindi ragazzi, io alle volte posso anche apparire brusco, categorico, però se vengo interpellato dico la mia, col poco tempo che posso avere a disposizione per dire sì o no a quello che mi viene chiesto.

Poi basta, se non ci credete basta, lasciate perdere.

Come dimostro il mio metodo?

Se sono io a pronunciarmi invece direttamente, cerco di portarvi dei dati, dei numeri a suffragio di quello che dico.Anche questi saranno parziali, non è che faccio un trattato enciclopedico, però qualcosa mostro come numeri. Quelli dovrebbero bastare per farsi un’opinione.

Poi, ripeto, quell’opinione è una mia opinione. Se qualcuno non è d’accordo è liberissimo di cercare altrove e di trovare soluzioni, a sua idea, migliori. Ne troverà alcune, ma non in quelle miracolose che vi vengono proposte perché quelle sono delle buffonate, delle fregature.

Ragazzi, se volete imparare il metodo non miracoloso, ma dove bisogna lavorare sodo e mettersi sotto veramente, qua sotto c’è un link per registrarvi e capire un po’ di più di quello che è il mio mondo, il mondo del trading sistematico come lo interpreto io.

Se invece siete alla ricerca del sacro graal, qui non lo troverete, dubito che lo troverete fuori, però buona ricerca ragazzi.

Noi ci vediamo la prossima volta qui, se qualcuno decide di rimanere.

Ciao da Andrea Unger.

Cerchi aiuto? Prenota la tua Sessione Strategica GRATUITA! >>


Che ne pensi di questo articolo? Non dimenticare di dire la tua lasciando un commento qui sotto!

E se pensi che il contenuto ti sia stato utile, puoi condividere il post con i tuoi amici! 🙂
 
Se vuoi approfondire questo tema con uno dei nostri tutor, puoi prenotare una chiamata cliccando qui.


Ciao, sono Andrea Unger, Trader professionista dal 2001 e unico a vincere per ben 4 volte il Campionato del Mondo di Trading con denaro reale. Grazie a questi risultati sono spesso invitato come relatore in convegni in Europa, Stati Uniti e Asia. Sono inoltre autore di diversi libri, tra cui il primo in Italiano sulla Gestione del Rischio nel Trading, tradotto anche in Cinese e Inglese. Metto a disposizione decenni di esperienza, di prove, di vittorie e sconfitte con le quali ho ideato un metodo scientifico, sistematico, replicabile e universale con cui, in soli 4 anni, più di 1.000 trader sono riusciti a rendersi autonomi. Devi sapere infatti che gli studi dimostrano che solo il 25% dei trader guadagna, ma di questi ben il 90% lo fa con il trading sistematico... Come mai allora i formatori insegnano quasi sempre solo il trading discrezionale? Non ti insegno a diventare ricco in poco tempo, ti insegno una professione che, con il duro lavoro, la passione, e sufficienti capitali potrebbe diventare la tua principale fonte di reddito.