Seleziona una pagina

Ciao ragazzi, ciao da Andrea Unger! Le persone mi chiedono spesso quale sia la mia infrastruttura di trading. Per questo motivo, oggi vorrei farvi vedere come sono strutturato a livello di software e come decido quali sistemi mettere live.

Cerchi aiuto? Prenota la tua Sessione Strategica GRATUITA! >>


Ascolta “La Mia Infrastruttura di Trading” su Spreaker.


Io ospito il software di trading su un cloud server. Il motivo di questa scelta è che il cloud ci protegge da problemi di connettività o di potenza del segnale.

A livello di software, per la mia infrastruttura utilizzo MultiCharts. Ovviamente, non è detto che sia necessariamente la scelta migliore per voi. Infatti, potete utilizzare anche Tradestation, Ninja Trader, Trade Navigator, ecc., purché facciano ciò di cui avete bisogno. Io utilizzo MultiCharts perché si tratta della piattaforma che offre maggiori garanzie per il mio tipo di operatività.

Ogni mese, dal mio software di proprietà (Titan) ottengo una lista delle strategie che dovrò mettere live il mese successivo comprensiva delle quantità di contratti relative ad ogni strategia. Dopodiché, metto i sistemi sulla piattaforma e li divido in workspace per mercato (Nasdaq, e-Mini S&P 500, ecc.) e timeframe (5, 15, 30, 90 minuti, ecc.). Si tratta di una mia scelta di organizzazione personale.

Utilizzo una grande varietà di sistemi, in quanto sono un sostenitore della diversificazione. Ecco alcuni esempi:

  • Bonds e Currencies: ho il trentennale, il Bund europeo e il future sull’euro-dollaro, tutti su 30 minuti;
  • indici energetici: benzina, Natural Gas (due sistemi su 15 minuti e uno su 5 minuti), Crude Oil (sistemi su 15, 5 e 60 minuti);
  • indici europei: DAX, Eurostoxx, ecc. (NB. A volte nei video vedete che ho dei timeframe da 1440 minuti. In pratica, si tratta di un daily, in quanto 1440 minuti corrispondono a 24 ore. Il motivo è che, in questa maniera, la close della barra si trova esattamente alla chiusura delle ore 22:00, invece che in corrispondenza del settlement che molti fornitori dati danno come chiusura delle barre daily);
  • metalli: Gold, Silver, Rame e Platino con diversi timeframe (5 e 60 minuti);
  • Soft: Feeder Cattle (due sistemi su 60 minuti), Live Cattle, Lean Hogs, Caffè, Zucchero e Cacao.

Ogni primo sabato del mese faccio uno screening dalla lista e decido quali sistemi lavoreranno nelle settimane successive. Nel tracker ho la lista dei sistemi e le relative quantità, così posso fare un confronto con le quantità del broker e verificare se i conti tornano o se c’è qualche problema.

Quando faccio questi controlli, cerco i sistemi in cui ho più posizioni aperte sullo stesso strumento e verifico che il totale dei contratti aperti sul broker sia quello che desidero. Ad esempio, se decido di avere dieci contratti divisi tra due sistemi sulla benzina, controllo che la somma dei contratti aperti sia effettivamente dieci.

Quando non mi fido o mi sorgono dei dubbi, non faccio quindi altro che confrontare la posizione netta con quello che ho effettivamente sulla piattaforma del broker, in questo caso TWS.

Per quanto riguarda i dati in real time, utilizzo come fornitore IQFeed.

L’ho scelto perché è un fornitore di qualità e preferisco i suoi dati a quelli di Interactive Brokers. Penso infatti che il flusso dati di IQFeed sia più pulito, mentre quelli di Interactive Brokers vengono campionati e non sono proprio “tick by tick”, per intendersi.

In questo modo rinuncio ad alcuni mercati che IQFeed non copre, primo fra tutti l’italiano FIB (lo chiamiamo ancora così). Volendo potrei appoggiarmi ad Interactive Brokers per avere i dati relativi a questo mercato. L’ho fatto in passato, ma non mi piaceva moto il flusso dati doppio, così alla fine ho rinunciato ai sistemi sul FIB.

Per lo stesso motivo rinuncio anche ai futures su Hang Seng e Nikkei. Avendo dei sistemi buoni su questi strumenti, stavo comunque pensando seriamente di strutturarli (se lo farò, in futuro vi dirò come ho fatto).

Attendo i vostri commenti! Sarà infatti più semplice rispondere ad eventuali domande o commenti, piuttosto che raccontarvi altre cose riguardo alla mia infrastruttura che magari non sono di vostro interesse.

Ci vediamo la prossima settimana!

Ciao da Andrea Unger!

Cerchi aiuto? Prenota la tua Sessione Strategica GRATUITA! >>


Che ne pensi di questo articolo? Non dimenticare di dire la tua lasciando un commento qui sotto!

E se pensi che il contenuto ti sia stato utile, puoi condividere il post con i tuoi amici! 🙂
 
Se vuoi approfondire questo tema con uno dei nostri tutor, puoi prenotare una chiamata cliccando qui.


Ciao, sono Andrea Unger, Trader professionista dal 2001 e unico a vincere per ben 4 volte il Campionato del Mondo di Trading con denaro reale. Grazie a questi risultati sono spesso invitato come relatore in convegni in Europa, Stati Uniti e Asia. Sono inoltre autore di diversi libri, tra cui il primo in Italiano sulla Gestione del Rischio nel Trading, tradotto anche in Cinese e Inglese. Metto a disposizione decenni di esperienza, di prove, di vittorie e sconfitte con le quali ho ideato un metodo scientifico, sistematico, replicabile e universale con cui, in soli 4 anni, più di 1.000 trader sono riusciti a rendersi autonomi. Devi sapere infatti che gli studi dimostrano che solo il 25% dei trader guadagna, ma di questi ben il 90% lo fa con il trading sistematico... Come mai allora i formatori insegnano quasi sempre solo il trading discrezionale? Non ti insegno a diventare ricco in poco tempo, ti insegno una professione che, con il duro lavoro, la passione, e sufficienti capitali potrebbe diventare la tua principale fonte di reddito.