Seleziona una pagina

Ciao ragazzi! Ciao da Andrea Unger! Oggi voglio parlarvi, sebbene indirettamente, del cigno nero in borsa. Di che cosa si tratta? E cosa c’entra con le truffe?

Scopri la Prima Rivista in Italia sul Trading Automatico >>


Ascolta “Il Cigno Nero” su Spreaker.


In borsa, l’espressione “cigno nero” si usa per fare riferimento ad un evento particolare, molto raro e fuori da ogni aspettativa, che porta il trader alla rovina.

Il cigno non è nero solo nel senso che porta male, ma anche appunto per la rarità di un evento catastrofico che, quando arriva, crea un disastro senza precedenti portando, molto probabilmente, all’azzeramento del conto o peggio.

In genere, il cigno nero è un evento molto temuto dal quale ci si dovrebbe proteggere e via dicendo. Purtroppo, talvolta il cigno nero viene usato come scusa da alcuni imbroglioni che circolano prevalentemente sul web. In pratica, il loro imbroglio consiste nell’avere delle persone su internet che, grazie alla diffusione che questo mezzo permette, millantano performance da capogiro e storie di guadagni notevoli, fatti da loro e per conto terzi.

Il motivo di queste performance millantate non è crearsi un’immagine positiva o gasarsi con gli amici, bensì attirare i cosiddetti “polli”. Ossia, attrarre persone che, incantate dalla presunta abilità dell’impostore, gli affidano dei conti da gestire.

Questa cosa è totalmente illegale quindi, anche se doveste trovare qualcuno che sembri serio – cosa che tendo ad escludere – si tratta comunque di una pratica illegale. Di fatto, commettereste un reato affidandogli un conto e lui commetterebbe un reato accedendo al vostro conto per operare al posto vostro.

Detto questo, la cosa viene chiaramente fatta in sordina e il personaggio in genere si accorda col malcapitato per una spartizione dei guadagni 50-50. In pratica, se gli affidate un conto con 10.000€, se a fine mese ci saranno 20.000€ sul conto, dei 10.000€ guadagnati, 5.000€ saranno suoi e 5.000€ saranno vostri. Si tratta ovviamente di una prospettiva quantomai allettante, ed è proprio per questo che, purtroppo, molta gente ci casca.

Molto spesso, vi sono parecchie persone che testimoniano che, effettivamente, il personaggio in questione ha fatto miracoli sui loro conti. Queste testimonianze sono di importanza cruciale per poter attirare nuovi pesci nella rete.

Poi, un brutto giorno, il personaggio in questione si presenta a voi cospargendosi il capo di cenere. Sfodera la scusa del cigno nero e vi dice di aver perso tutto a causa di un evento negativo che non avrebbe mai potuto prevedere.

In realtà, il cigno nero non è altro che una scusa, in quanto il motivo per cui il vostro conto risulta azzerato è un altro. Supponiamo che il personaggio abbia in gestione due conti allo stesso livello (diciamo 10.000€). Su ciascun conto, egli azzarda posizioni di elevatissimo rischio però contrapposte. Questo significa che il “cigno nero” che azzera un conto va anche a raddoppiare l’altro.

Quindi, se con uno dei due malcapitati il truffatore piange perché il cigno nero lo ha rovinato, con l’altro si vanta di avergli raddoppiato il conto e si tiene metà dei profitti.

Alla fine della storia, dunque, il personaggio non fa altro che piangere un po’ col perdente e intascarsi 5.000€ dal vincente.

Questa tecnica apparentemente molto semplice, è non solo riprovevole moralmente, ma anche altamente illegale. Questo era un esempio molto semplificato, ovviamente, ma serve a farvi capire che bisogna sempre diffidare di chiunque prometta performance eccessive. Fidatevi del buonsenso comune e diffidate di chiunque si offra di gestire i vostri soldi. Oltre a rischiare di perdere tutto, commettete un reato, a meno che l’organismo in questione non sia titolato per farlo (come un SGR, una banca, un fondo regolamentato, ecc.).

Ricordatevi sempre che i soldi facili non esistono, anche se purtroppo sembra che la gente continui a cascarci.

Comunque io non mi stancherò mai di ripeterlo: chi promette soldi facili o guadagni stratosferici trama ai vostri danni per imbrogliarvi e impossessarsi di quel poco che potreste dargli. Non fidatevi mai di chi promette troppo, e con “troppo” intendo anche chi promette il 10% al mese, che è comunque troppo.

Se volete imparare, studiate e fate il vostro percorso. Non ci sono soldi facili in borsa, non è un gioco come tanti credono e non esistono trucchi e formule magiche.

Ciao da Andrea Unger!

 

Scopri la Prima Rivista in Italia sul Trading Automatico >>


Che ne pensi di questo articolo? Non dimenticare di dire la tua lasciando un commento qui sotto!

E se pensi che il contenuto ti sia stato utile, puoi condividere il post con i tuoi amici! 🙂
 
Se vuoi approfondire questo tema con uno dei nostri tutor, puoi prenotare una chiamata cliccando qui.


Ciao, sono Andrea Unger, Trader professionista dal 2001 e unico a vincere per ben 4 volte il Campionato del Mondo di Trading con denaro reale. Grazie a questi risultati sono spesso invitato come relatore in convegni in Europa, Stati Uniti e Asia. Sono inoltre autore di diversi libri, tra cui il primo in Italiano sulla Gestione del Rischio nel Trading, tradotto anche in Cinese e Inglese. Metto a disposizione decenni di esperienza, di prove, di vittorie e sconfitte con le quali ho ideato un metodo scientifico, sistematico, replicabile e universale con cui, in soli 4 anni, più di 1.000 trader sono riusciti a rendersi autonomi. Devi sapere infatti che gli studi dimostrano che solo il 25% dei trader guadagna, ma di questi ben il 90% lo fa con il trading sistematico... Come mai allora i formatori insegnano quasi sempre solo il trading discrezionale? Non ti insegno a diventare ricco in poco tempo, ti insegno una professione che, con il duro lavoro, la passione, e sufficienti capitali potrebbe diventare la tua principale fonte di reddito.