Uncategorized

Perché si perde col trading



Ciao ragazzi ciao da Andrea Unger.

Perché la maggior parte dei trader perde soldi?

Dunque, a parte che le statistiche che vengono riportate, solo il 5% guadagna non sono poi del tutto veritiere perché ogni volta che si guarda un report di qualche broker le percentuali sono più benevoli.… [continua]

Di Andrea Unger, fa
Uncategorized

Il mio primo Bootcamp!



Ciao ragazzi, ciao da Andrea Unger!

Sono qui reduce dal mio primo camp.

Il trading system bootcamp che ho fatto con con Luca Giusti.

È stata un’esperienza veramente interessante, molto più di quanto mi aspettassi.

Prima di tutto per l’alto livello dei partecipanti che hanno dimostrato di avere competenze veramente da vendere diciamo, e una voglia di applicarsi fuori dal comune.… [continua]

Di Andrea Unger, fa
Uncategorized

Viva l’Ignoranza!



Ciao ragazzi, ciao da Andrea Unger!

Oggi volevo parlarvi di strane coincidenze.

Sembrano quelle storie che raccontano i guru americani che sono tutte inventate e invece a me è successa davvero.

L’altro giorno stavo facendo un webinar e parlavo di forex ed illustravo alcuni protocolli base di quelli conosciuti di ingresso e uscita, per dimostrare cosa di fatto non funzionasse nonostante una certa letteratura promuovesse quel tipo di operatività, ma poi all’atto pratico non funzionava nulla.… [continua]

Di Andrea Unger, fa
Uncategorized

Percentuali di vincita al 90%!



Ciao ragazzi da Andrea Unger, 90% di successo? Boh!?!

Dico questo perché a volte si notano dei commenti o ho ricevuto anche delle richieste di strategie con il 90% di successo.

Che poi non è chiaro che cosa si intenda con il 90% di successo, perché si potrebbe intendere il 90% di guadagno in un anno suppongo, certamente non vedo la cosa molto semplice, o il 90% di trade profittevoli in tutti i segnali, su 10 segnali nove sono in guadagno e uno in perdita.… [continua]

Di Andrea Unger, fa
Uncategorized

Trading Part Time



Ciao ragazzi, ciao da Andrea Unger!

Trading part-time!!!

Mi viene a volte chiesto cosa ne penso e se ci siano delle soluzioni.

Ecco io ho sempre messo in guardia verso i facili entusiasmi e ho sempre cercato di sottolineare come il trading non sia qualcosa che si improvvisi e che richieda un approccio sistematico, non nel senso che c’è solamente il trading automatico, ma di metodo ovvero con un piano di lavoro e via dicendo.… [continua]

Di Andrea Unger, fa
Uncategorized

I miei libri di Trading



Ciao ragazzi ciao da Andrea Unger.

Questi sono solo alcuni dei libri che ho letto.

Sono in inglese perché principalmente cerco di leggerli nella lingua originale quando questa fosse appunto in inglese ci sono però anche delle versioni in italiano e quindi chi volesse può cercare quelle, anche se consiglio, non tutti hanno la traduzione, di leggere possibilmente i libri in inglese.… [continua]

Di Andrea Unger, fa
Uncategorized

Larry Williams



Ciao ragazzi da Andrea Unger!

Cosa ne penso di Larry Williams?

Larry Williams è un nome di spicco nel mondo del trading, è colui che ha realizzato una performance di oltre l’11.000% nel 1987 trasformando 10.000 dollari in oltre 1.100.000 dollari in un anno nella competizione che anch’io ho vinto quattro volte, il campionato del mondo di trading.… [continua]

Di Andrea Unger, fa
Uncategorized

Long-Term Trend-Following



Ciao ragazzi il chiamiamolo “long-term trend-following” è ancora vivo?

Non si sa!

A tornate irregolari tornano i fan del long-term trend-following, cioè quelli che praticamente sono di fatto degli investitori di lungo termine che comprano e aspettano l’evolversi della situazione.

Comprano o vendono se consideriamo anche lo short all’interno dello scenario che stiamo guardando.… [continua]

Di Andrea Unger, fa
Uncategorized

44.620 euro in un giorno!?!



Ciao ragazzi volevo farvi vedere oggi quello che può succedere a non stare concentrati quando serve, andiamo a vedere.

Ecco ragazzi correva l’anno 2015 o meglio era fine anno 2015, ci apprestavamo a vivere il capodanno, l’anno ormai era stancamente al termine, ma io continuavo a lavorare e avevo le mie strategie aperte.… [continua]

Di Andrea Unger, fa

Privacy Policy Cookie Policy