Partecipa all'Evento di Trading più Esclusivo dell'Anno >>


Ciao ragazzi da Andrea Unger. Oggi volevo affrontare un tema non tanto simpatico perché ricevo parecchie mail di persone che si rivolgono a me, o meglio al trading, perché hanno perso il lavoro o perché sono disoccupati e non riescono a trovarlo dall’inizio, diciamo, no?

Ecco, queste persone sono attratte dal trading perché l’industria del trading ha fatto loro credere che il trading online sia, appunto, un’opportunità per inventarsi un mestiere e quindi lo affrontano con una… diciamo pure leggerezza, sperando
e pensando che in breve possano costruirsi quello che è la loro la loro rendita da lavoratori indipendenti.

Questo, se non falso, è perlomeno alquanto fuorviante a mio avviso. Io ci tengo a mettere in guardia tutti: se non avete lavoro, se siete disoccupati, se non avete soldi da dedicare al trading, dimenticatevelo! Lo so che questo non èquanto voi vorrei sentirvi dire, ovviamente, però non mi sento in cuor mio di imbrogliare nessuno facendogli credere che comincia a fare trading e risolve tutti i suoi problemi perché non è assolutamente così.
Chi è iscritto alla Unger Academy sa che io più volte ho affermato, appunto, tutte le difficoltà che ci sono nel produrre dei sistemi profittevoli, nel creare un sistema, un’infrastruttura che nel lungo termine sia vincente, diciamo.
Però,ho sempre, appunto, quanto mai incoraggiato le persone a pensarci molto bene perché non è facile come viene fatto credere.

Magari sono io quello che non è capace, può darsi, però vi assicuro che da me non troverete la soluzione ai vostri
problemi economici perché a mio avviso nel trading questa soluzione non c’è.
E’ più probabile vincere alla lotteria, credetemi.
Se si improvvisa… è chiaro, se uno vuole imparare e per cultura personale, per un bagaglio che vuole portarsi dentro va benissimo. Perché?
Perché non studiare una materia qualunque, come possa essere il trading -ma qualunque altra-. Però non avvicinatevi
al trading cercando la soluzione ai vostri problemi economici perché non la troverete.

Troverete probabilmente tante altre grane di cui, sono sicuro, fareste volentieri a meno.

Per cui, ragazzi: il trading è una disciplina, è un lavoro che può dare grandi soddisfazioni ma non è da affrontare a cuor leggero e non è la soluzione problemi economici che ci si può aspettare e che tante volte viene fatta credere da altre pubblicità, a mio avviso ingannevoli.
Poi dopo se quelli sono più bravi buon per loro.

Io sinceramente dubito fortemente nella massaia che tra una mescolata al sugo ed altro, porta a casa 5 mila euro cliccando a destra e a sinistra.

Credetemi ragazzi: il trading è una cosa seria, è pericoloso e va fatto con le spalle coperte.

Prenderlo come ultima spiaggia ha più del naufragio che della soluzione.

So che è brutto, so che non è quanto vorreste sentirvi dire ma, se non avete soldi e se volete un lavoro, preoccupatevi non attraverso il trading di risolvere il problema perché aggiungereste, probabilmente, problemi a quanti già ne avete.

Ciao, alla prossima.

Partecipa all'Evento di Trading più Esclusivo dell'Anno >>

Categorie: Uncategorized

Andrea Unger

Noto per essere l'unico 4 volte campione del mondo di Trading (2008, 2009, 2010 e 2012), Andrea Unger è trader professionista dal 2001 e membro onorario di SIAT (Società Italiana Analisi Tecnica). Autore apprezzato, è spesso ospite di convegni in Europa, Stati Uniti e Asia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.